Pneumatici da neve: quali scegliere?

pneumaticiROMA – Se vogliamo sentirci saldamente incollati all’asfalto nel nostro guscio con quattro ruote anche mentre fuori nevica, l’ultima tecnologia ci mette a disposizione dei prodotti davvero ottimi.

Prima di tutto, le misure che fanno al caso della vostra auto: larghezza del battistrada (mm), profilo (percentuale rispetto alla larghezza), raggio del cerchio (in pollici). Per il Codice della strada non è sufficiente guidare un’auto, un SUV, un mezzo con 4 ruote motrici: anche le vetture caratterizzate da trazione integrale devono essere equipaggiate con appositi mezzi anti-neve (pneumatici invernali o catene neve).

Riportiamo la sintesi dei risultati emersi dal test 2016 condotto dal “Touring club Svizzera” con ADAC (l’omologo tedesco dell’ACI) su 7 pneumatici “all-season” di marche diverse.

NOKIAN. Marca finlandese che ha messo in commercio il primo modello di gomme da neve nel 1934; l’azienda (già faceva parte del conglomerato Nokia dei telefonini) ha un impianto di test in prossimità del circolo polare artico. Per un modello “Weatherproof” – all season si spendono intorno 75€ a gomma ordinandolo via internet, con buone performance paragonabili ai cugini da neve; hanno il miglior punteggio assoluto fra 7 marche diverse su fondo bianco, ma non se la cavano così bene se l’asfalto fosse asciutto.

MICHELIN. La marca francese del famoso omino offre l’ultimo arrivato “Cross climate”, raccomandato in seguito ai test del “Touring club Svizzera” come buono sia su asciutto, bagnato e ghiaccio e ridotti consumi di carburante. Qualità che si paga cara, per la stessa misura spendiamo €108,50 per gomma (fonte michelin.it)

VREDESTEIN. La casa olandese finora misconosciuta ai più con il modello “Quatrac” (e le sue varie versioni) vanta un superamento del test “TCS” con buoni indici generali ma nessun punteggio di rilievo su neve/ghiaccio/bagnato.

GOODYEAR “Vect G2”: molto buoni sui fondi invernali tipici, umidi o ghiacciati; meno bene, ovviamente, se ruotano in estate.

PIRELLI “Cinturato”: così così, a parità di una mescola calibrata per la singola stagione su fondo asciutto; molto meglio sul ghiaccio però è debole sulla neve fresca. Giudizio, “Consigliato con riserva”.

Altri marchi blasonati che producono gomme “quattro stagioni” (un modello multiuso Hankook ed uno Bridgestone) non hanno ottenuto risultati soddisfacenti.

Facendo un giro sul web nei maggiori store di ricambi auto possiamo trovare gomme di media qualità a partire da 45€.

WordPress Themes