Mobile, uno strumento indispensabile per l’uomo 2.0

iphone copiaUn’industria in continuo fermento, un mercato florido con bilanci economici in netta controtendenza rispetto a tutti i settori in crisi dell’economia italiana e mondiale. Nessun mistero, stiamo parlando del settore mobile, che sta macinando incassi e indotti da urlo, essendo diventato uno strumento indispensabile per l’uomo dell’era digitale. Smartphone, tablet e phablet, i famigerati devices di ultima generazione, consentono a tutti tramite una connessione internet veloce e all’installazione delle applicazioni di navigare sulla Rete, giocare online, chattare con i servizi di messaggistica istantanea, scrivere mail ad amici o colleghi e leggere notizie in qualsiasi momento della giornata e da qualsiasi posto.
Ma analizziamo nel dettaglio le nuove tendenze del settore mobile e gli aspetti sociali legati al fenomeno. Un team di psicologi statunitensi, guidato dal luminare Dr. Sadie Plant, ha effettuato uno studio approfondimento sull’impatto che questi dispostivi hanno sulla vita quotidiana del genere umano. L’influenza del mobile è molto vasta sia nella vita privata, che in quella pubblica. Tra gli aspetti più interessanti emersi dall’analisi compiuta dai ricercatori Usa emerge il potere personale che un qualsiasi dispostivo portatile (smartphone, un tablet o un phablet) ha conferito alle persone nell’ultimo lustro, consentendo a chiunque di svolgere le mansioni lavorative da qualsiasi posto del mondo, lontano spesso anni luce dagli uffici della nostra azienda.
Uomo vs Donna: due mondi contrapposti anche nell’uso dei dispostivi portatili
Lo studio effettuato ha evidenziato anche le differenze comportamentali tra uomini e donne, che emergono dai differenti usi del nuovo cellulare. Le donne identificano un generico dispositivo portatile come uno strumento di espressività e comunicazione sociale, reso ancora più potente dall’uso e diffusione di social network come Facebook, Twitter, Google+ e Instagram. Ma passiamo al cosiddetto sesso forte. Gli uomini considerano smartphone e simili come strumenti interattivi, usati principalmente per il gaming online sulle note piattaforme di gambling come 32Red, Betfair, Pokerstars e Lottomatica. Inoltre, proprio questi devices hanno modificato radicalmente le caratteristiche intrinseche degli uomini, adesso decisamente più socievoli ed inclini alla comunicazione interpersonale. Un ulteriore aspetto da non sottovalutare, sempre per gli appartenenti al genere maschile, è il ruolo di status symbol, che riveste un dispositivo soprattutto se cool e di ultimissima generazione. Viene esposto con orgoglio ad amici ed a esponenti dell’altro sesso, a simboleggiare una propria superiorità e magari anche per fare colpo. In particolar modo, l’uomo utilizza sempre più spesso lo smartphone come sinonimo di virilità da mostrare alle donne, in una nuova sorta di danza rituale.
iGaming e social network: due manie del Mobile
iGaming e social network rappresentano, oggi, quasi l’80% dei contenuti utilizzati dagli utenti su piattaforma mobile. Infatti, dei 4 miliardi di possessori di cellulari, ben un miliardo possiede uno smartphone di ultima tecnologia e trascorre oltre 10 ore a settimana tra applicazioni di gioco. Il 61% degli utenti lo sfrutta per giocare su mobile, il 22% per interagire sui social network, il 5% per ricercare e leggere news, il 6% si dedica prettamente all’entertainment e il 4% utilities. L’80% delle migliori 5 applicazioni free, infatti, sono giochi e il 56% delle Top 100 App è gratis, per una media di app installate sul proprio dispositivo pari ad una decina circa per utente. Da questa fotografia emerge quale sia l’attuale influenza che l’industria delò’iGaming riveste nel mercato mobile.
Secondo uno studio di settore presentato il weekend scorso durante il Sigma 2014 di Malta, il mobile gaming (ramo leader dell’igaming) è destinato ad occupare quasi il 40% del mercato del gioco d’azzardo online nel 2018, quando si prevede che il numero di utenti da telefonia mobile superi il muro dei 100 milioni di account.
Il mobile gaming, infatti, sta registrando un’espansione da capogiro: sono oltre 200 gli operatori di gioco, i quali offrono agli utenti la possibilità di giocare e scommettere tramite l’installazione di app dedicate. Un business che dal solo smartphone nel 2014 ha quasi raddoppiato gli incassi dell’anno precedente e che vede in prima fila non solo gli uomini, ma anche le donne: in modalità realmoney, infatti, gioca il 57% dell’utenza femminile contro il 43% degli uomini. Un sorpasso inaspettato. Infine, dall’analisi comparata delle statistiche sugli accessi alle piattaforme web più note del gambling, è emerso come le donne non siano attratte dai classici come il poker e il blackjack, ma dalle tipologia ad alta adrenalina e rischio come testimoniano gli accessi alle slot machine e alle roulette 32Red. Il boom di due delle forme classiche dei casinò terrestri, in particolare della roulette, si è avuto principalmente nella regione Lazio e in Lombardia. Gli amanti per antonomasia delle roulette online nel nostro paese, come testimoniano gli ultimi dati sugli accessi alle piattaforme di gambling, sono i romani, seguiti a breve distanza dai milanesi. Le atmosfere vintage ricostruite alla perfezione dagli sviluppatori sulle room e sulle rispettive applicazioni sono due ulteriori elementi per la rinascita della roulette. Da non sottovalutare anche la nuova forma mentis degli italiani, basata sulla filosofia che “tutto è in gioco nella vita”.
Previsioni future sul mobile gaming
Una recente analisi svolta dagli esperti di Newzoo ha previsto che nel 2015 il mercato del mobile gaming predominerà l’industria video ludica, sia in termini di grandezza che di guadagno. Il valore di mercato legato ai giochi da mobile, sempre secondo la previsione, raggiungerà la quota di 25 miliardi di dollari nel suddetto anno, crescendo di fatto del 23% rispetto ai numeri visti nel 2013. Questa crescita, secondo gli esperti, sarà fortemente influenzata da mercati sempre più in espansione come quello indiano, ma anche le continue performance del mercato nordamericano e asiatico saranno cruciali per l’evoluzione e crescita di questa branca dell’industria videoludica.

WordPress Themes