Consiglio Abruzzo: Gruppo FI su seduta straordinaria

Forza Italia“Siamo insoddisfatti dell’atteggiamento tenuto dalla maggioranza su un tema delicato come quello dei ticket. Vogliamo sottolineare come se c’e’ stato un dibattito in Aula e’ solo merito nostro che abbiamo sollevato la questione nel corso della quale e’ emersa la verita’, una grande confusione nel centrosinistra”. Cosi’ il Gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, al termine della seduta straordinaria dell’Assise regionale richiesta con gli altri partiti dell’opposizione. “Innanzitutto – prosegue la nota – avendo noi richiesto la convocazione del Consiglio regionale straordinario il centrosinistra e’ stato costretto a presentare, in fretta e furia, una variazione di bilancio che garantisce la copertura della compartecipazione per il 2014: questa e’ sicuramente una prima parziale vittoria. Le questioni che la maggioranza non ha ancora chiarito e sulle quale insistiamo sono: come verra’ applicato il ticket? E soprattutto, con quali fondi? E’ proprio sulle modalita’ di applicazione che risiedono i problemi maggiori e anche qui abbiamo ottenuto una parziale vittoria: il Governo regionale, riconoscendo la necessita’ di un regolamento, si e’ impegnato a redigere un disciplinare che dovra’ passare prima in Giunta e poi sara’ vagliato dal Consiglio. Inoltre, un altro successo ottenuto da Forza Italia riguarda le rassicurazioni in merito al reperimento dei fondi per il 2015 ma anche in questo caso rimaniamo solo nella logica delle buone intenzioni, vigileremo. La cosa che ci amareggia maggiormente e’ la bocciatura della nostra risoluzione urgente senza che nessun documento, con una proposta alternativa, venisse presentato – conclude il Gruppo – la priorita’ di questo centrosinistra confusionario resta l’applicazione del ticket al piu’ presto. Noi riteniamo che prima di questo debbano essere prima affrontati due passaggi fondamentali: il reperimento dei fondi e un regolamento con le modalita’ di applicazione. Restiamo in attesa dei prossimi atti di questo governo regionale, che sul tema della compartecipazione ha mostrato tutti i suoi limiti e sul regolamento e’ dovuto tornare sui propri passi. Resta il pericolo di questa ‘mannaia’ che potrebbe colpire le famiglie abruzzesi e i Comuni, ma noi continueremo a vigilare con la volonta’ di fare un’opposizione ferma e determinata”.

WordPress Themes