Butta la spazzatura e gli sparano in testa, agguato in strada a Montesilvano grave un 42enne

Tracce di sangue dell'uomo trovato in strada

Tracce di sangue dell’uomo trovato in strada

Trovato in strada, a Montesilvano, con una ferita di arma da fuoco alla testa, un uomo di 42 anni ora ricoverato in ospedale, a Pescara, dove è stato operato. Secondo fonti ospedaliere le sue condizioni sarebbero molto gravi. Gli esami eseguiti hanno evidenziato la presenza di un proiettile, rimosso chirurgicamente. L’uomo è ora in coma farmacologico. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, l’agguato sarebbe avvenuto nel momento in cui l’uomo stava gettando la spazzatura. Ad accorgersi per primo della presenza dell’uomo riverso ad terra è stato un passante che, inizialmente, udito un rantolo, ha pensato ad un animale, e che poi, notando un lieve movimento, ha capito che si trattava di una persona. A quel punto ha subito allertato il 112. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e gli uomini del 118, che hanno trasportato il 42enne in ospedale. In un primo momento i medici hanno pensato ad un aneurisma con successiva caduta, motivo dell’abbondante presenza di sangue in strada. Dalla tac, però, è emersa la presenza del proiettile e l’uomo è stato sottoposto ad un intervento per la rimozione dell’ogiva. Ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale civile di Pescara, le sue condizioni sono state giudicate gravissime. Le indagini degli investigatori – per tutta la notte le forze dell’ordine hanno eseguito accertamenti e raccolto testimonianze nell’area in cui è stato trovato l’uomo ferito – vanno avanti a 360 gradi e non si esclude nessuna pista. Il 42enne, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, è una persona perbene. L’uomo, che lavora nel settore dell’informatica, vive con la famiglia in una villetta a pochi metri dall’area del ritrovamento, in una zona residenziale piuttosto tranquilla.

PARLA UN TESTIMONE, HO PENSATO A UN ANIMALE FERITO – ”Stavo percorrendo la strada a piedi quando ho sentito un rumore provenire da dietro un cassonetto della spazzatura, tra i rami; sentivo come dei rantoli e ho pensato a un animale che stava male. Ho chiamato un amico che abita lì di fronte e insieme abbiamo visto un leggero movimento, capendo che si trattava di una persona. Abbiamo subito allertato i carabinieri”.

I VICINI: UNA PERSONA PERBENE E TRANQUILLA – Una persona ”perbene, tranquilla e riservata”. I vicini di casa del 42enne colpito da un proiettile, a Montesilvano, dopo essere uscito di casa per andare a buttare la spazzatura, sono increduli rispetto a quanto accaduto. Nel piccolo bar che si trova a pochi metri dal luogo dell’agguato oggi non si parla d’altro. Una cosa è certa: nessuno sembra aver udito il colpo che ha ferito l’uomo alla testa. Quella di via De Gasperi, così come tutta l’area attraversata dalla strada, è una zona residenziale piuttosto tranquilla di Montesilvano. Composta principalmente da villette immerse nel verde e con vista mare, vi sono, tra l’altro, numerosi bed & breakfast, proprio per la posizione strategica. ”Generalmente vado a buttare la spazzatura allo stesso orario – dice un vicino dell’uomo – ma negli ultimi due giorni non l’ho fatto. Comunque non credo che dobbiamo aver paura, è stato un caso fortuito”.

WordPress Themes