Sequestri di botti illegali a Pescara e Teramo

botti di capodannoUn furgone che trasportava circa 7,6 quintali di materiale esplodente di quarta e quinta categoria, per un valore di circa 18mila euro, e’ stato sequestrato dalla polizia di Pescara nell’ambito dei controlli predisposti in vista della notte di San Silvestro. L’operazione e’ stata eseguita dal personale della divisione di polizia amministrativa, in collaborazione con il nucleo artificieri e con i colleghi della questura di Chieti. La polizia stava tenendo d’occhio un esercizio di Villamagna (Chieti) che si occupa della vendita di fuochi di artificio e ha fermato il rappresentante della rivendita che trasportava il materiale senza licenza e senza le necessarie cautele. La polizia ritiene che i botti, acquistati da un deposito di Lanciano, sarebbero stati immessi sul mercato dagli ambulanti, con grave rischio per l’incolumita pubblica, soprattutto deii minorenni. Peraltro si e’ scoperto che veniva utilizzato un box nei pressi della rivendita, per custodire la merce, non idoneo alla conservazione del materiale. Le tre persone ritenute responsabili del trasporto e della detenzione illecita di questi prodotti sono state denunciate.
Gli agenti della Squadra Mobile di Teramo hanno sequestrato 800 pezzi di fuochi d’artificio, per un totale di 40 kg illegalmente detenuti. Il materiale, tra cui alcuni pezzi di elevata potenzialita’ offensiva, era stato ben nascosto in condizioni di estrema pericolosita’ all’interno di un garage di una palazzina di Sant’Egidio alla Vibrata (Teramo) pronto per essere smerciato illecitamente in esercizi pubblici non autorizzati. Per questo e’ stato denunciato V.B. quarantaquattrenne del posto, che e’ stato trovato anche in possesso di una carabina ad aria compressa illegalmente detenuta.

WordPress Themes